News Provinciali

Questions for new users of Joomla!

Formazione e aggiornamento: Piemonte in pole

Domenica 04 Marzo 2018 21:40 stefano
Stampa PDF

Nemmeno Burian e le sue perfide gelate di stampo siberiano hanno fermato il weekend didattico che il Centro Nazionale Sportivo Libertas ha organizzato,


tramite il suo Dipartimento della Formazione e la Scuola Regionale di Formazione Sportiva del Piemonte, a Rivoli (Torino) nella sede del locale Centro Regionale dell’Ente. Due intense giornate (24-25 febbraio) dedicate innanzitutto ai corsi di aggiornamento delle qualifiche dei Tecnici Sportivi, iniziativa rivolta a quegli Operatori attualmente in possesso di certificazioni rilasciate da Enti i cui attestati, dopo l’entrata in vigore dal 1° gennaio 2018 del nuovo Registro 2.0 del Coni, non sono più riconosciuti dal Coni stesso.

Si è cominciato sabato pomeriggio con l’incontro riservato al settore natatorio (comprensivo di corso di aggiornamento per tecnici Libertas già operanti sul territorio e regolarmente “qualificati” e di lezione per gli iscritti ai corsi di Formazione 2018 per istruttore di nuoto ed educatore sportivo in disabilità) e si è proseguito domenica con una “maratona” formativa aperta ai tecnici di tutte le discipline che vivrà, per quelli impegnati nell’ambito del fitness, un’appendice domenica 11 marzo.

Entrambe le giornate hanno avuto il loro piatto forte nell’attesa lezione del prof. Giorgio Renato Visintin, formatore europeo della Scuola dello Sport del Coni e membro del Comitato Scientifico della Scuola Nazionale di Formazione Libertas: l’affermato docente ha parlato sabato sul tema “L’apprendimento motorio e modelli di Scuola Nuoto – Dall’ambientamento alla tecnica” mentre domenica ha istruito i numerosi allievi presenti in sala al mattino sulla “Metodologia dell’insegnamento” e al pomeriggio sulla “Metodologia dell’allenamento”, sviscerando in ogni dettaglio i passaggi didattici della crescita di uno sportivo, dal principiante al campione o aspirante tale.

C’è stato nel corso del weekend spazio anche per le opportune disamine di carattere normativo che il prof. Fulvio Martinetti, nel suo ruolo di responsabile nazionale del Dipartimento della Formazione Libertas, ha effettuato sul contesto delle qualifiche tecniche sportive e sul nuovo Registro Coni che sta portando novità per certi versi epocali nell’ambito della gestione dell’attività sportiva in Italia.

L’incontro di domenica mattina è stato inoltre impreziosito dagli interventi del dott. Renzo Bellomi, vicepresidente nazionale Libertas, del dott. Vincenzo Santoleri, direttore della Scuola Regionale del Piemonte e del dott. Daniele Miniotti, responsabile scientifico della Scuola stessa e responsabile nazionale Libertas per lo SNaQ, il sistema delle qualifiche allestito dal Coni.

Il tutto sotto gli attenti (e giustamente orgogliosi) occhi della dottoressa Enrica Lanza, presidente sia del Centro Regionale sia della Scuola, che ha fatto gli onori di casa con l’abituale discrezione, sfoggiando quel connubio vincente di semplicità e concretezza con cui il Piemonte si è sovente distinto in questi anni attraverso attività rivelatesi spesso, nei fatti, progetti-pilota nell’ambito del mondo Libertas. Discorso che vale a maggior ragione per il weekend in oggetto, visto che quella piemontese è la prima Scuola regionale coinvolta dal Centro Nazionale in questo tipo di iniziative.

 

Circuito di nuoto: bracciate d’oro a Chivasso

Venerdì 16 Febbraio 2018 14:21 stefano
Stampa PDF

Nelle orecchie ancora le note del festival di Sanremo appena concluso, per strada i coriandoli a testimoniare d’un Carnevale a sua volta vicino all’epilogo, in piscina la voglia di scoprire nuovi talenti e di divertirsi facendo sport.

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 16 Febbraio 2018 14:30 ) Leggi tutto...
 

Pronto Dirigenti: il Registro Coni 2.0

Lunedì 22 Gennaio 2018 19:08 stefano
Stampa PDF

Parola d’ordine: praticità. E’ stato idealmente un po’ questo l’elemento caratterizzante la riunione con cui il Centro Regionale Libertas del Piemonte, nell’ambito dell’ormai consolidato e radicato progetto Pronto Dirigenti, ha in sostanza aperto il suo 2018 facendo giovedì 18 gennaio a Rivoli (Torino) il punto con le proprie associazioni su disposizioni e aggiornamenti di natura organizzativa, tecnica e fiscale correlati alle nuove norme entrate recentemente in vigore, con particolare riferimento al registro 2.0 del CONI, una svolta per certi versi epocale nel campo dei rapporti fra le strutture sportive e le metodologie da utilizzare, conoscere e rispettare. La praticità del resto è una qualità essenziale per muoversi con efficacia in qualsiasi settore della vita, a maggior ragione in un mondo come quello dello sport nel quale è sempre più indispensabile sapersi districare con la competenza e la scrupolosità necessarie all’interno d’un ginepraio normativo di volta in volta più articolato e complesso. Caratterizzata dalla presenza d’un folto numero di dirigenti (compresi autorevoli presidenti Libertas, tra i quali Enzo Bonin del Centro Regionale della Valle d’Aosta, Silvano Magnone del Centro Provinciale di Vercelli e Cristiana Massarenti del Provinciale di Alessandria), a conferma dell’interesse che l’argomento riveste, la serata è stata lunga ma al tempo stesso snella e concreta: l’occasione ideale per entrare nei dettagli d’una materia già imponente ma tuttora in divenire, il che lascia presagire la necessità di nuovi confronti, a breve termine, proprio per stare al passo con l’evoluzione che l’argomento inevitabilmente avrà. Formalmente aperto dall’intervento con cui Enrica Lanza ha portato i saluti del Centro Regionale piemontese da lei presieduto, l’incontro è proseguito con una disamina generale fatta da Fulvio Martinetti,nel suo ruolo di presidente del Centro Provinciale, che ha poi passato la parola a Cristiana Massarenti, nella sua veste di responsabile del settore tributario del Centro Nazionale Sportivo Libertas, la cui analisi si è soffermata soprattutto sulle implicazioni giuridiche e fiscali strettamente collegate alla nuova normativa in essere. La fase illustrativa della riunione si è poi conclusa con un secondo intervento del prof. Martinetti, finalizzato a sottolineare gli aspetti più pratici della materia in oggetto e a esporre il regolamento del nuovo registro del CONI, alla luce del quale la Libertas Nazionale ha prontamente attivato i necessari adeguamenti. Prezioso anche il contributo dialettico di Gianluca Facchini, presidente del Centro Provinciale di Torino Città, che ha evidenziato quanto opportuno sia, specie in questo periodo inaugurale della nuova era normativa, avvalersi il più possibile di esperti del ramo fiscale. L’ultima parte dell’incontro è stata dedicata alle domande e agli interventi dei numerosi dirigenti presenti in sala, consapevoli di quanto complicato sia adeguarsi bene e in fretta alle nuove disposizioni ma non per questo scoraggiati nel loro proposito di continuare a promuovere sport nel modo più funzionale possibile.

 

Corsi di riqualificazione per tecnici con qualifiche tecniche non riconosciute dal C.O.N.I

Martedì 06 Febbraio 2018 05:48 stefano
Stampa PDF

L’entrata in vigore dal 1/1/2018 il nuovo Regolamento del Registro delle Società Sportive costituite in ASD o SSD, tra i vari adeguamenti da adottare, è emersa in modo eclatante e preoccupante, la problematica delle qualifiche tecniche degli Operatori sportivi che obbligatoriamente devono essere indicati fra i tesserati delle ASD/SSD, per poter essere accreditati nel registro, pena la sospensione e la successiva cancellazione.


Infatti il regolamento del registro 2.0 indica l’obbligatorietà di :

"… essere espressamente indicati nell'elenco dei Tesserati di una ASD/SSD dei Tecnici qualificati (sigla TEC) in un n. adeguato e congruo al n. dei partecipanti alle attività Sportive e didattiche dichiarate (Rapporto allievi dei corsi / n. Tecnici) la qualifica del Tecnico deve essere coerente con le attività dichiarate e svolte e sia stata conseguita solo presso uno degli Organismi riconosciuti dal CONI (FSN-EPS)"

Poiché, da una indagine approfondita risulta che molte ASD/SSD operano con “Tecnici” sprovvisti di una qualifica tecnica idonea e riconosciuta secondo i dettami del CONI, perché rilasciate da organizzazioni diverse dalle Federazioni Sportive Nazionali (CONI) o Enti di Promozione Sportiva (EPS) o Discipline Associate (DSA), la Scuola regionale Libertas del Piemonte ha redatto, secondo le indicazioni del Dipartimento Nazionale della Formazione, un progetto di riqualificazione aperto a tutti i tecnici che si trovano in questa situazione, al fine di consentire loro di ottenere una qualifica tecnica ammissibile e certificata secondo il Sistema delle Qualifiche dei tecnici Sportivi (SNaQ) riconosciuta dal CONI per il tramite dell’Ente Libertas.

 

I corsi programmati sono:

CORSO DI RIQUALIFICAZIONE SNaQ

CORSO DI RIQUALIFICAZIONE SNaQ per OPERATORI FITNESS

 

Segreteria SRFS - Sara tel.3921129610 - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


 

Circuito Libertas di salvamento: si riparte!

Venerdì 22 Dicembre 2017 15:47 stefano
Stampa PDF

Più forti di tutto e di tutti. Non sono bastate la neve, le gelate notturne e qualche prudenziale titubanza a fermare l'entusiasmo e la buona volontà con cui il Centro Regionale Libertas del Piemonte era fermamente deciso a mandare in acqua, prima della conclusione del 2017, la giornata inaugurale dell'ottava edizione del suo Circuito di nuoto per salvamento.

Leggi tutto...
 

Pagina 8 di 24

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Corso Professionalizzante

Corsi di formazione 2015/16

Fotografo ufficiale

Libertas Sprint

Eventi Progetti

Ci trovi a ...

  • Sede: Piazza Togliatti,1 Rivoli Torino presso Piscina Bonadies
  • Telefono: 011 9593502
  • Fax: 011 4117559
  • E-mail: libtop@libero.it